Vises, Onlus di riferimento di Federmanager, coinvolge i manager che vogliono  mettere a disposizione le proprie competenze  nel progetto “Un’impresa che fa scuola”, ma anche in altri progetti nel campo dell’alternanza scuola-lavoro,  con ruolo di tutor e mentor. Per questo il 22 novembre a Roma, presso la sede Federmanager, ha promosso un incontro con i manager interessati a intraprendere il percorso per diventare vere e proprie guide nelle iniziative di alternanza scuola-lavoro.

L’alternanza scuola lavoro nasce con l’obiettivo di avvicinare il mondo del lavoro e quello della scuola, offrendo ai ragazzi l’opportunità di acquisire conoscenze per lo sviluppo della loro professionalità.

Il progetto “Un’impresa che fa scuola”, sviluppato da Vises,  vede i manager impegnati nelle scuole per trasferire ai ragazzi competenze tecniche e trasversali, considerate indispensabili per la progettazione del futuro lavorativo. Sostenuto con i fondi dell’Otto per mille della Chiesa Valdese, l’intervento rappresenta un laboratorio di alternanza scuola lavoro, che consente agli studenti di sviluppare e potenziare comportamenti innovativi, creativi e cooperativi attraverso la creazione e gestione di mini-imprese nell’ambiente scolastico creando, su piccola scala, un’attività economica reale che riproduce il funzionamento di imprese autentiche.

Il progetto offre agli Istituti coinvolti la possibilità di rivestire un ruolo cruciale nel rapporto che i ragazzi hanno con il territorio. Scoprire e valorizzare i luoghi di appartenenza e intuire le potenzialità che offrono sposandole con l’attività didattica, rappresenta un modo nuovo di avvicinare il mondo della scuola e il mondo reale.

La teoria dei programmi didattici, inoltre, trova un’applicazione pratica nel mondo della mini impresa: il diritto, la matematica, o le lingue diventano strumenti operativi per la sua realizzazione.

Durante tutto il percorso, gli studenti hanno il supporto – oltre che dei docenti interni – di tutor esterni, manager ed esperti di diversi ambiti professionali in veste di mentori e coach, identificati in base alle esigenze manifestate dagli stessi ragazzi.