“Un impresa che fa scuola”: presentazione del Progetto Vises su alternanza scuola-lavoro

In occasione dell’evento del 14 febbraio  “Apprendere ad Intraprendere”, che si è svolto presso la Sala Conferenze di Porta Futuro a Roma, l’Associazione Vises Onlus ha presentato le linee guida del Progetto Un’impresa che fa scuola, un percorso di alternanza scuola-lavoro unico in Italia, finalizzato all’acquisizione e allo sviluppo di competenze trasversali e qualità personali considerate essenziali per la realizzazione personale e la progettazione del futuro lavorativo.

Il progetto rappresenta un ponte fra il mondo manageriale e quello della scuola e mette a disposizione di Istituti tecnici e licei un mix di metodologie e strumenti utili ad innovare l’offerta formativa, dando concretezza alla didattica tradizionale, oltre ad offrire migliori possibilità di inserimento nel mondo del lavoro.

Sostenuto con i fondi dell’Otto per mille della Chiesa Valdese, il progetto è realizzato in partnership con Federmanager e l’Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola (Anp). L’esperienza, realizzata nel corso di un intero anno, ha fatto emergere indicazioni e linee guida che permettono la replicabilità del percorso in altre realtà, istituti tecnici e licei.

Dopo i saluti di Claudio PANELLA – Amministratore Unico CAPITALE LAVORO SpA – Città Metropolitana di Roma Capitale,  nel suo intervento Rita SANTARELLI – Presidente VISES Onlus – ha introdotto il progetto: “Le competenze rappresentano il vero patrimonio di un Paese e su di esse si costruisce il futuro. Noi di VISES, in quanto Onlus di riferimento di Federmanager, possiamo contare sul volontariato dei manager impegnati a fianco delle scuole e dei ragazzi al fine di trasferire loro competenze tecniche e trasversali. La nostra azione è da sempre attenta all’innovazione educativa, in linea con le indicazioni europee ed internazionali. Dal nostro background di manager e da questa sensibilità è nato il progetto “Un’impresa che fa scuola”.

Al successivo panel di confronto, moderato da Federico RUFFO – Giornalista di RAI 3 sono intervenuti, Gabriele TOCCAFONDI – Sottosegretario del MIUR; Giorgio REMBADO – Presidente ANP che ha commentato: “Il progetto ideato da Vises e realizzato da due istituti (Liceo D’Este di Tivoli e IIS Via Lentini, 78 di Roma) è importante innanzitutto perché pone al centro della proposta educativa delle scuole la responsabilità a condividere un risultato utile alla comunità. Il salto di qualità sta nel passaggio dall’impresa simulata a una mini-impresa reale, che diventa il banco di prova su cui misurarsi per crescere ed apprendere.”

Mario CARDONI ha poi sostenuto: “ I manager hanno un ruolo fondamentale in questo processo. Oltre a favorire l’unione del sapere con il saper fare devono condividere una responsabilità educativa che non spetta solo alla scuola, ma che coinvolge tutti, anche noi, operatori dell’associazionismo, cultori della rappresentanza e del valore del lavoro.”

Hanno concluso il dibattito Giacomo GARGANO- Presidente di Federmanager Roma -, Claudio GENTILI – Vice Direttore Area Lavoro, Welfare e Capitale Umano di CONFINDUSTRIA e Sandra D’AGOSTINO – Responsabile Metodologie e strumenti per le competenze e le transizioni dell’ INAPP.