IL PRESIDENTE CUZZILLA INCONTRA BOCCIA (CONFINDUSTRIA) E CASASCO (CONFAPI)

 

Nel mese di novembre il Presidente federale, Stefano Cuzzilla, ha incontrato in due occasioni distinte e ufficiali il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, e il presidente di Confapi, Maurizio Casasco, ponendo le basi per la definizione delle politiche bilaterali da sostenere congiuntamente nei prossimi mesi.

Boccia e Cuzzilla hanno lavorato per assicurare la stabilità e la migliore governance possibile agli Enti bilaterali e per impostare progetti condivisi sia di natura strettamente sindacale sia di natura tecnico-finanziaria. Obiettivo dei due presidenti è proiettare il modello di contrattazione verso un orizzonte negoziale che rafforzi le rispettive Organizzazioni e porti vantaggi concreti a imprese e management.

«Abbiamo parlato di futuro e di strategie», ha riferito il presidente federale Cuzzilla. «Il presidente Boccia è convinto come me che bisogna fare essenzialmente due cose: consolidare il nostro patrimonio di sistema e la coesione interna e, allo stesso tempo, sostenere la spinta a innovare per porre il nostro modello di relazioni industriali al passo con le veloci trasformazioni socio-economiche. Abbiamo a cuore le categorie che rappresentiamo e il futuro del Paese: per questo oggi ci siamo impegnati a intensificare la nostra interlocuzione, ponendo le basi per quella che mi auguro sia una stagione florida per la rappresentanza».

Molto positivo, inoltre, il dialogo avviato con Confapi il cui Presidente è intervenuto con una relazione nell’ambito della recente riunione del Consiglio nazionale di Federmanager (v. foto).

Tra il presidente Cuzzilla e il presidente Casasco continua infatti l’intesa per rafforzare ulteriormente il modello innovativo di relazioni industriali che le due organizzazioni hanno consolidato nell’ultimo anno.  In vista del prossimo rinnovo contrattuale, sono già state condivise le scelte in materia di welfare sanitario, previdenziale e politiche attive a sostegno dell’occupazione. Tra le novità, l’estensione della disciplina contrattuale a una platea più vasta di manager che comprenda tutte le figure che operano nella piccola e media impresa.

«Posso dire che con il presidente Casasco stiamo lavorando davvero bene», ha indicato Cuzzilla. «Stiamo costruendo una visione comune e condivisa che ci prefiguriamo sia di sostegno al tessuto produttivo italiano, che è a stragrande maggioranza costituito da realtà piccole e micro. La sintonia raggiunta a livello di vertice – è l’auspicio del presidente – potrà aiutarci a concludere positivamente quegli accordi di cui hanno bisogno manager e imprenditori per vincere la sfida del rilancio della competitività».

WhatsApp Image 2016-12-02 at 10.51.01