Senato: Interrogazioni M5S e Gruppo Misto su Alternanza scuola-lavoro e Opzione donna – 21 aprile 2016

Sono state presentate  due interrogazioni a prima firma della Sen. Blundo (M5s – Comm. Istruzione) e della Sen. Munerato (Gruppo misto – Comm. Industria) su alternanza scuola-lavoro e opzione donna.

Analisi

• Interrogazione 3-02794 a risposta orale in Aula a prima firma della Sen. Blundo (M5s – Comm. Istruzione) su Alternanza scuola-lavoro.
Gli interroganti chiedono al Ministro dell’Istruzione se l’iscrizione al registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro istituito presso le Camere di commercio è requisito fondamentale per le imprese e gli enti pubblici coi quali le scuole vogliono dare avvio ai percorsi di alternanza e se sia in possesso di dati statistici aggiornati, suddivisi per Regione, sullo stato di attuazione dell’alternanza scuola-lavoro su tutto il territorio nazionale, così come prevista dalla legge 107/2015, in particolar modo sul numero di studenti, soprattutto dei licei, coinvolti nei progetti formativi e sul settore in cui operano i soggetti, pubblici o privati, coi quali gli istituti hanno stipulato le convenzioni.

• Interrogazione 4-05688 a risposta scritta a firma della Sen. Munerato (Gruppo misto – Comm. Industria) su Opzione donna.
L’interrogante chiede al Ministro del Lavoro Poletti se non convenga sull’opportunità di rendere strutturale il regime di accesso pensionistico “opzione donna” quale canale di flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, includendo anche il meccanismo della gestione separata per le lavoratrici autonome che intendano accedere a tale regime.