Risposta del Governo all’ interrogazione sul cumulo dei periodi contributivi -2 marzo 2017

È pervenuta  la risposta del Governo all’interrogazione 5-10628 Gnecchi in materia di adozione di disposizioni attuative dell’articolo 1, comma 195, della legge n. 232 del 2016, in materia di cumulo dei periodi contributivi.

Analisi
Con riferimento all’interrogazione dell’onorevole Gnecchi e altri inerente l’adozione delle disposizioni attuative dell’articolo 1, comma 195, della legge n. 232 del 2016, in materia di cumulo dei periodi contributi, voglio ricordare che la legge di bilancio per il 2017 (legge n. 232 del 2016) prevede misure specifiche in materia di cumulo dei periodi assicurativi al fine di conseguire il diritto ad un’unica pensione a fronte di contribuzione versata in più gestioni previdenziali.

Le misure introdotte consentono di beneficiare della possibilità di cumulo a titolo gratuito. Allo stato l‘Inps sta predisponendo una circolare applicativa di prossima pubblicazione per fornire istruzioni operative in materia. Tali istruzioni consentirebbero, nei casi previsti dalla legge, di rendere operativa la facoltà, per gli iscritti alle Casse previdenziali, di cumulare i periodi assicurativi non coincidenti ai fini del conseguimento di un unico trattamento pensionistico. Segnalo, infine, che sono state già calendarizzate dall’Inps iniziative ed interventi per la formazione degli operatori tra cui una videoconferenza indetta ieri 1o marzo su «Novità normative in materia di cumulo ai sensi della legge di bilancio per il 2017».