Risposta del Gov. a interrogazione FI su limitazioni al comando di navi di stazza fino a 200t

È pervenuta il 23 maggio la risposta del Governo all’interrogazione 5-11416 a prima firma dell’On. Francesco Saverio Romano (FI) sulle limitazioni al comando di navi di stazza fino a 200 tonnellate per il marinaio autorizzato alla pesca mediterranea.

Analisi
A seguito dell’emanazione da parte della Commissione europea di una direttiva che obbligherà gli Stati membri all’adozione della Convenzione STCW Fishing – non adottata dal Governo Italiano per esplicito rifiuto di tutta la categoria delle associazioni della pesca – l’attuale normativa sarà rivista; la Convenzione comporterebbe infatti la revisione e l’aggiornamento di tutti i titoli della pesca.

Nelle more dell’adozione della direttiva, il Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto, competente in materia di tabelle di armamento, potrà verificare la possibilità di una soluzione tampone individuando le figure professionali richieste.

Inoltre, a supporto della normativa vigente è opportuno richiamare l’articolo 408 del regolamento al Codice della navigazione, che individua le tipologie di pesca da cui discendono i titoli necessari per il personale impiegato.
A tal fine si riporta anche l’articolo 12 del regolamento di sicurezza del decreto del Presidente della Repubblica n. 431 del 1991, che individua le navi da pesca come «navi speciali» indicando al comma 2 che per le navi da pesca le specie di navigazioni cui esse possono essere abilitate sono quelle relative alle categorie di pesca indicate nell’articolo 408, e successive modificazioni, del regolamento per l’esecuzione del codice della navigazione, nonché ai tipi di pesca di cui all’articolo 1 del regolamento per l’esecuzione della legge 14 luglio 1965, n. 963, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n. 1639.

Infine, ad oggi non risultano problematiche con i Paesi rivieraschi dell’Unione europea né le disposizioni vigenti sembrano limitare in alcun modo la libera circolazione delle persone, delle cose e delle merci.