Risposta ad interrogazioni M5s e Fi-Pdl sulla nuova Strategia Energetica Nazionale – 2 febbraio 2017

E’ pervenuta la risposta alle interrogazioni a prima firma del Sen. Girotto (M5s, Comm. Industria) e a prima firma del Sen. Piccoli (Fi-Pdl, Comm. Territorio e ambiente) riguardanti la nuova strategia energetica nazionale (SEN).

Analisi
Il Sottosegretario allo Sviluppo economico Scalfarotto ha evidenziato che, poiché la SEN del 2013 aveva come orizzonte temporale il 2020 e prevedeva un processo di aggiornamento periodico, sussiste la necessità di dotarsi di uno strumento di guida delle politiche energetiche che individui gli obiettivi realisticamente perseguibili a livello nazionale e gli strumenti più adatti a raggiungerli al 2030.
Ha poi aggiunto che per la revisione della Strategia energetica nazionale è stato costituito il «gruppo di lavoro SEN», che include un comitato di indirizzo e alcuni gruppi operativi sulle tematiche ritenute più rilevanti, ciascuno coordinato dalle direzioni generali competenti dei Ministeri.
L’obiettivo è di avere un primo documento pronto per la consultazione pubblica, in concomitanza con il G7 Energia previsto nei primi giorni di aprile 2017.
Una parte rilevante della SEN sarà dedicata a identificare le politiche utili a garantire la sicurezza e l’economicità degli approvvigionamenti e della fornitura di gas ed elettricità, definendo scenari di domanda/offerta, opportunità di investimento e direttrici di diversificazione a livello internazionale. Il Sottosegretario ha chiarito che questo è il motivo della collaborazione fornita da Snam rete gas e Terna. L’attività svolta da detti soggetti riguarda la fornitura di dati sulle tematiche di loro competenza e una ricostruzione di trend e benchmark europei ed internazionali e, per tali ragioni, il Governo ritiene del tutto insussistente qualunque ipotesi di conflitto di interessi.