Risoluzione FdI su adeguamento dei requisiti accesso al pensionamento – 27 aprile 2016

E’ stata presentata una risoluzione a firma dell’On. Rizzetto (FdI, Comm. Lavoro) in merito a in materia di adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento agli incrementi della speranza di vita.

Analisi
L’Onorevole ricorda che sia l’età per raggiungere la pensione di vecchiaia, che i contributi per ottenere la pensione anticipata sono stati notevolmente innalzati in conseguenza degli aumenti legati alla speranza di vita.

Tuttavia, tale sistema che determina gli incrementi per effetto dell’aumento dell’aspettativa di vita come previsto dalla «legge Fornero» ed attuato periodicamente con decreti ministeriali, non è ragionevole, poiché ha ben poco a che vedere con la speranza di vita reale. I recenti dati che rilevano un calo della speranza di vita dimostrano l’incongruità del meccanismo di adeguamento, posto che, come predetto, i parametri previsti dalla normativa sono, unicamente, sotto forma di incrementi.

Pertanto, si impegna il Governo ad assumere iniziative urgenti per eliminare gli effetti pregiudizievoli che stanno subendo i cittadini dall’attuale sistema di accesso al trattamento pensionistico, modificando la normativa che prevede, in merito ai requisiti pensionistici, un innalzamento dell’età pensionabile in base a parametri di aumento della speranza di vita non reali ed in contrasto con i recenti dati, che ne hanno accertato un andamento in discesa nell’anno 2015, rispetto all’anno 2014.