Pubblicato il Decreto MISE 7 maggio 2019 sul Voucher per Innovation Manager

E’ stato  pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1° luglio scorso  il Decreto 7 maggio 2019 del Ministero dello Sviluppo Economico recante le disposizioni applicative del contributo a fondo perduto introdotto dall’art. 1, commi 228, 230 e 231 della Legge 30/12/2018 n. 145 (Legge di Bilancio 2019), in forma di voucher, a beneficio delle micro, piccole e medie imprese per l’acquisto di consulenze specialistiche in materia di processi di trasformazione tecnologica e digitale, attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale Impresa 4.0 e di processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali (Voucher per Innovation Manager).

Si tratta di una misura che nasce da una  iniziativa federale nei confronti del MISE per promuovere il percorso di trasformazione digitale delle nostre PMI attraverso il contributo di risorse manageriali esperte nell’innovazione tecnologica e di processo; con le disposizioni in esame vengono stabiliti i requisiti necessari per l’iscrizione nell’elenco del Mise delle società di consulenza e dei manager abilitati a fornire i servizi di consulenza oggetto del beneficio e dettati i criteri e le modalità applicative della misura.

Nei confronti delle imprese che, sia alla data di presentazione della domanda sia alla data di comunicazione dell’ammissione al contributo, rientrano nella definizione di micro e piccole imprese, il contributo è riconosciuto in misura pari al 50 per cento delle spese ammissibili e nel limite massimo di 40.000 euro.Nei confronti delle imprese che alle stesse date rientrano nella definizione di medie imprese, il contributo è attribuito in misura pari al 30 per cento delle spese ammissibili e nel limite massimo di 25.000 euro.Nel caso in cui la domanda di ammissione al contributo sia presentata da una rete di imprese, il contributo è in ogni caso fissato in misura pari al 50 per cento delle spese ammissibili e nel limite massimo complessivo di 80.000 euro.

All’art. 5 del Decreto, nell’individuare i criteri per la presentazione delle domande di iscrizione all’elenco dei manager qualificati e delle società di consulenza abilitati allo svolgimento degli incarichi manageriali oggetto del decreto – le cui modalità verranno dettagliate successivamente con decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del Mise, da emanarsi entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico – si stabilisce che, al momento della presentazione della domanda, le singole persone fisiche dovranno soddisfare uno dei seguenti requisiti:

c) essere accreditate negli albi o elenchi dei manager dell’innovazione istituiti presso Unioncamere, presso le associazioni di rappresentanza dei manager o presso le organizzazioni partecipate pariteticamente da queste ultime e da associazioni di rappresentanza datoriali;

d) essere accreditate negli elenchi dei manager dell’innovazione istituti presso le Regioni.

Possono, inoltre, presentare domanda di iscrizione all’elenco suddetto le persone fisiche che siano in possesso di almeno uno dei requisiti previsti nell’ambito di una serie di esperienze curriculari  indicate nel comma 3 dell’art. 5 del Decreto

Occorrerà ora attendere il Decreto direttoriale del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del Mise, da emanarsi entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto, con cui sarà approvato anche il modello di domanda di ammissione al contributo e stabiliti i termini per la presentazione, ai fini dell’avvio concreto del beneficio.

Di seguito il link al testo del Decretohttps://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-07-01&atto.codiceRedazionale=19A04242&elenco30giorni=false