Si è tenuta lunedì 24 settembre, all’Università Federico II di Napoli, la decima edizione del Premio ‘Nostalgia di Futuro’, con un dibattito incentrato sul tema: ‘Public Mind: la costruzione dell’opinione pubblica nell’era dell’algoritmo’, cui ha partecipato anche il Sottosegretario con delega all’Editoria Vito Crimi. Per Federmanager è intervenuto il Direttore Generale, Mario Cardoni, che ha discusso di formazione digitale nell’era dell’Industria 4.0.

Il Presidente Stefano Cuzzilla ha inviato un breve messaggio di saluto, in cui evidenzia che: “Riuscire a comunicare all’esterno l’immagine di un management che davanti alla crisi economica di questi anni non è rimasto in attesa di provvedimenti dall’alto, ma è andato avanti operando al meglio nelle imprese, è un impegno costante della nostra Federazione. Il tempo degli stereotipi che identificano la categoria come una élite di privilegiati, credo proprio sia finito. Ci sono migliaia di professionisti che costantemente lavorano, con competenza e tenacia, per migliorare la produttività e generare benessere per il nostro Paese che, anche se non è primo al mondo per prodotto interno lordo o per altri fattori, ha sicuramente un  management industriale tra i migliori.

Ecco perché considero positivo il trait d’union tra giornalismo e management che l’evento di oggi vuole esplorare, così come considero positiva la partecipazione di Federmanager nell’ambito del Premio dedicato alle start up, settore in crescita che la Federazione supporta con svariati progetti che riguardano l’innovazione e i giovani talenti.

Un grazie particolare agli organizzatori, il mio saluto ai relatori e a tutti gli ospiti presenti, buon lavoro a tutti voi!”