Parte da Salerno il progetto Innovation Road Lab

Bilancio lusinghiero per la prima tappa del progetto Innovation Road Lab, promosso da Federmanager e Confindustria Salerno, con il supporto di 4.Manager ed  in partnership con le territoriali Federmanager e Confindustria di Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia: quella di Salerno, svoltasi venerdì 24 maggio, è stata la prima di 5 tappe che fino a metà giugno coinvolgeranno anche le altre Regioni del Sud Italia sul tema dell’innovazione aziendale.

Istituzioni, Imprenditori e Manager si sono confrontati, coinvolgendo le sfere politico-istituzionali, accademiche, imprenditoriali e manageriali per cercare di delineare strategie vincenti su come apportare innovazione in azienda.

Dopo i saluti di Edoardo Gisolfi, Presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno, ad aprire i lavori salernitani sono stati Armando Indennimeo e Fulvio D’Alvia, rispettivamente Presidente Federmanager Salerno e Direttore Generale 4.Manager.  «Lo scopo del progetto Innovation Road Lab – ha spiegato Armando Indennimeo, Presidente di Federmanager Salerno – è quello di mettere al tavolo, durante i cinque appuntamenti che ci accompagneranno in giro per il Mezzogiorno, rappresentanti istituzionali, imprenditori e manager qualificati delle cinque regioni coinvolte per ripensare l’innovazione come unica e chiara strategia vincente in un mercato, come quello attuale, fortemente competitivo».   «Per guidare la “strategia continua dell’innovazione” – ha affermato Fulvio D’Alvia, Direttore Generale di 4.Manager – è necessario un management di elevato livello che per primo deve dimostrare di essere innovativo per incoraggiare l’innovazione dell’impresa. In generale l’uomo non accetta facilmente il cambiamento e spesso si determinano nelle organizzazioni “resistenze” più o meno palesi all’innovazione. Compito di un management adeguato è quello di rendere queste persone protagoniste attive del processo di innovazione. Solo in questo modo, trasformando gli spettatori passivi, che subiscono l’innovazione, in soggetti attivi del processo di innovazione, sarà possibile creare nell’azienda un “ambiente culturale” favorevole al cambiamento».

Moderata dalla giornalista di Costozero, Raffaella Venerando, è stata poi la tavola rotonda “Nel segno dell’Innovazione”, che ha riunito esponenti della politica, delle istituzioni, dell’impresa e dell’accademia: Valeria Fascione, Assessore all’Innovazione della Regione Campania, Cesare Pianese, Delegato al Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Salerno, Luigi Mastrobuono, Presidente di ItaliaCamp, e Biagio Crescenzo, Ceo della CTI FoodTech, il quale nel pomeriggio ha aperto le porte della propria azienda raccontando ad altri imprenditori la storia della propria realtà produttiva.   Protagonisti dell’importante momento di confronto in Confindustria Salerno sono stati anche i 5 Imprenditori ed i 5 Innovation/Temporary Manager selezionati per la Campania. Per quanto riguarda gli Imprenditori hanno partecipato: Alfonso Campitelli, Amministratore Unico della Re.Ma.Plast Srl di Sarno (Sa); Maria Grazia Petraglia, Amministratore della MGR Srl di Cicerale (Sa); Marisa Frugiero, Responsabile Marketing della RE Legno Srl di Cervinara (Av); Massimo Iapicca, Amministratore Unico della Bestefa Srl di Avellino; Pasquale Garone, Direttore Commerciale della Garone Habitat Srl di Polla (Sa). Dal lato degli Innovation/Temporary Manager chiamati a tradurre le idee imprenditoriali in Piani d’azione, invece: Daniele Trimarchi, Temporary ed Export Manager; Luigi Bianco, Innovation Manager; Paolo Rocca, Temporary Manager; Vincenzo Misso, Temporary Manager.

La prossima tappa del progetto Innovation Road Lab è in programma lunedì 3 giugno a Matera, dove presso l’Università degli Studi della Basilicata si confronteranno 5 Imprenditori ed altrettanti Innovation/temporary Manager locali. Stessa formula che si ripeterà, poi, mercoledì 5 giugno a Putignano (Ba) presso l’azienda ICAM Srl, lunedì 10 giugno a Cosenza e mercoledì 12 giugno a Catania.