Parma: task force per il lavoro tra Università e Federmanager

Un protocollo d’intesa per la collaborazione su orientamento in uscita e job placement riguardo i giovani laureati. È il fulcro dell’accordo firmato nei giorni scorsi da Università di Parma e Federmanager per il triennio 2017-2020, volto a supportare e indirizzare gli studenti nella comprensione delle proprie aspettative in ambito professionale e nella consapevolezza dei bisogni del mercato del lavoro.

L’intesa è stata presentata nella sede dell’Ateneo dal Rettore Paolo Andrei, dal Presidente di Federmanager Parma Silvio Grimaldeschi, dalla Pro Rettrice alla Didattica e servizi agli studenti Sara Rainieri e dal Delegato di Federmanager ai rapporti con l’Università Sergio Ricci. Nell’occasione sono state presentate anche le borse di studio per laureati meritevoli che Federmanager finanzia in memoria dell’Ing. Pietro Orlandi e della moglie.

Federmanager collabora già da diversi anni con l’Università di Parma, sia con l’U.O. Placement e rapporti con le Imprese sia con alcuni Dipartimenti, in particolare con i Dipartimenti di Ingegneria e Architettura e di Scienze Economiche e Aziendali. Nel 2015 l’associazione ha sottoscritto un primo protocollo d’intesa con l’Ateneo, mettendo a disposizione la sua rete di manager, imprenditori e professionisti. L’associazione costituisce infatti un grande ‘bacino’ di esperienze e di cultura industriale, oltreché un osservatorio privilegiato e sempre aggiornato sul mondo del lavoro, e ha deciso di condividere questo patrimonio con l’Ateneo proprio perconsolidare un proficuo collegamento tra sistema formativo universitario, mondo del lavoro e sistema imprenditoriale. Il tutto a favore degli studenti. L’accordo e la collaborazione tra le due realtà si inseriscono nell’ambito del progetto NETWORK Università di Parma-Impreseche l’Ateneo ha promosso, a partire dall’a.a. 2014-2015, con l’obiettivo di costruire un programma coordinato di partnership con aziende e associazioni che fanno riferimento al mondo produttivo.

L’Università e Federmanager, condividendo l’obiettivo di sostenere e promuovere scelte consapevoli, mature e informate da parte dei giovani laureati, con il protocollo appena siglato definiscono un programma di azioni congiunte per la realizzazione di attività di orientamento in uscita in favore dei laureandi/laureati dell’Università, mirando da un lato a permettere ai laureati di entrare nel mondo del lavoro con maggiore consapevolezza e con tempi di inserimento più rapidi, e dall’altro a consentire alle imprese di selezionare personale formato secondo le loro esigenze reali. Federmanager, in collaborazione con la U.O. Placement e Rapporti con le Imprese dell’Ateneo, si impegna a svolgere attività di orientamento in uscita in favore dei laureandi/laureati dell’Università, mediante diverse azioni: dalla presentazione e discussione di casi aziendali aiseminari in collaborazione con aziende del territorio, dall’assistenza nell’individuazione e nello sviluppo di nuove idee imprenditoriali alla facilitazione nell’accesso a stage aziendali e a tesi di laurea in collaborazione con le aziende; dal supporto alla promozione dell’autoimprenditorialità tra i giovani alle testimonianze mirate a incentivare e accompagnare la crescita delle nuove generazioni attraverso il trasferimento delle migliori esperienze e competenze di manager, imprenditori e professionisti.

Tra le attività in campo anche il corso Giovani & impresa, che ha l’obiettivo di fornire una conoscenza diretta delle aziende e dei loro strumenti coinvolgendo attivamente i partecipanti in aule riservate a target selezionati di studenti/laureati; il corso intende favorire lo sviluppo delle attitudini e delle scelte individuali, potenziando le competenze personali spendibili sul mercato del lavoro attraverso lo studio di casi specifici e discussioni mirate. Da parte sua l’Università sensibilizzerà studenti e laureati potenzialmente interessati alle iniziative promosse da Federmanager. L’esperienza e le competenze dagli associati Federmanager costituiscono un ‘plus’ essenziale per la cosiddetta ‘terza missione’ dell’Università, intesa come insieme di attività volte a un’interazione efficace con il territorio, comprese le aziende e le associazioni di riferimento per il mondo e il mercato del lavoro. In questi anni la collaborazione tra Federmanager e l’Università di Parma ha portato all’organizzazione di giornate di orientamento con protagonisti di importanti gruppi industriali, leader mondiali dei loro settori produttivi: tra questi il Gruppo Chiesi Farmaceutici o il Gruppo Gea Procomac.