MiSe e Min. Lavoro: istituito il Registro della Trasparenza

Con delibera del ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio ha istituito per i due rispetti ministeri il “Registro della Trasparenza”. In sintesi la registrazione è necessaria per poter svolgere incontri con i vertici politici e amministrativi dei due suddetti ministeri.

Periodicamente presso i siti dei suddetti ministeri saranno aggiornate le agende degli incontri svolti.

Si riporta di seguito una sintesi dei punti salienti.

Registri Trasparenza
 I due registri sono entrati in vigore il 2 novembre 2018
 I registri utilizzano la stessa piattaforma informatica (quella utilizzata in precedenza dal MiSe) su due domini diversi e a gestione separata:
1. Ministero dello Sviluppo economico: rimane attivo il Registro precedente, istituito dall’ex ministro Calenda. Per i soggetti già registrati è solo necessario aggiornare i dati.
2. Ministero del Lavoro: è necessario reinserire gli stessi dati utilizzati per il Registro MiSe.
 Sono obbligati tutti i soggetti che intendono interloquire con i ministeri (società consulenza, imprese, associazioni categoria, centri studio, associazioni territoriali). Sono esclusi solo gli enti pubblici e le associazioni nei casi in cui si tratta di processi decisionali che si concludono con protocolli o altri strumenti di concertazione.

Trasmissione dati:
 Le informazioni che devono essere comunicate al fine della registrazione:
o dati societari (ragione sociale, forma giuridica, responsabile legale, ecc.)
o settori di interesse e attività che rientrano nel campo di applicazione del registro
o numero di persone coinvolte nelle attività di applicazione del registro
o dati finanziari collegati con l’attività di applicazione del registro.
Tutti i dati sono pubblici (si prevede, inoltre, una sezione dedicata alle eventuali contestazioni sulla veridicità delle informazioni presenti nel registro)

Benefici/obblighi iscrizione:
 L’iscrizione è presupposto obbligatorio per richiedere incontri con i vertici politici e amministrativi
1. Per quanto riguarda i vertici amministrativi nelle linee guida per l’iscrizione al Registro elaborato dal Ministero del Lavoro, si specifica che si fa riferimento agli uffici di diretta collaborazione (Gabinetto, ufficio legislativo e segreteria tecnica) e i Direttori generali.
2. Si prevede, inoltre, che per i soggetti registrati i suddetti ministeri inviano segnalazioni riguardo alle consultazioni nei settori di interesse.
 Ogni due mesi è pubblicata l’agenda degli incontri svolti presso i ministeri.