Mancato versamento quote TFR fondo integrativo: interrogazione M5S

E’ stata presentata un’interrogazione della sen.ce Gaudiano (M5S) con la quale si chiede al Ministro Di Maio quali iniziative, anche di carattere normativo, intenda adottare al fine di consentire al lavoratore andato in quiescenza di godere del TFR, o, in caso di mancato o parziale versamento dei ratei da parte del datore di lavoro, garantendo la legittima tutela per tutti i lavoratori che hanno optato per un trattamento pensionistico alternativo a quello tradizionale.

Analisi
Nella seduta dell’Aula del Senato del 12 settembre è stata presentata un’interrogazione del sen. Gaudiano e altri (tutti M5S) 4-00540 in merito al mancato versamento da parte del datore di lavoro delle quote dovute a TFR al fondo pensione integrativo. Gli interroganti hanno ritenuto necessario un chiarimento normativo che stabilisca a chi spetta il diritto di richiedere l’omesso versamento da parte del datore lavoro.
Pertanto gli interroganti chiedono al Ministro dello sviluppo economico e del lavoro:
 quali iniziative, anche di carattere normativo, intenda adottare al fine di regolamentare la vexata quaestio consentendo al lavoratore andato in quiescenza di godere del trattamento pensionistico di fine rapporto, o, in caso di mancato o parziale versamento dei ratei da parte del datore di lavoro, garantendo la legittima tutela per tutti i lavoratori che hanno optato per un trattamento pensionistico alternativo a quello tradizionale.