Interrogazioni parlamentari LN e M5s in materia previdenziale – 9 marzo 2016

Sono state presentate alla Camera dei Deputati due interrogazioni a risposta orale in Commissione a firma dell’On. Simonetti (Lega nord – Comm. Lavoro) e a prima firma dell’On. Cominardi (M5s – Comm. Lavoro) in materia previdenziale.

Analisi

  • Interrogazione 5-08058 a firma dell’On. Simonetti (Lega nord – Comm. Lavoro) – Intervento sperimentale di sostegno che contempli la possibilità di anticipare quota parte della pensione a coloro che sono prossimi all’età.

L’interrogante, sottolineando che l’innalzamento repentino dell’età pensionabile operato dalla «Riforma Fornero», combinato con la crisi socio-economica perdurante, sta accrescendo in misura esponenziale il problema di migliaia di lavoratori che hanno perso l’occupazione e non possono più accedere agli ammortizzatori sociali, propone l’introduzione di un intervento sperimentale di sostegno che contempli la possibilità di anticipare quota parte della pensione a coloro che sono prossimi all’età pensionabile sulla falsariga dell’istituto dell’anticipazione per l’erogazione degli ammortizzatori sociali.
Si chiede quindi al Ministro del Lavoro Poletti se condivida la proposta e, in ogni caso, quali misure intenda intraprendere per accompagnare alla pensione chi è privo di occupazione e di ammortizzatore sociale.

  • Interrogazione 5-08063 a prima firma dell’On. Cominardi (M5s – Comm. Lavoro) – Pensioni di reversibilità.

Gli interroganti chiedono al Ministro del Lavoro Poletti se sia intenzione del Governo, e in caso di risposta affermativa, attraverso quali forme di intervento, affermare il carattere individuale del diritto alla pensione per i superstiti, assumendo ogni utile iniziativa finalizzata a garantire la sostenibilità dell’istituto, nell’alveo del diritto previdenziale, nonché il mantenimento di un’adeguata copertura di altre tipologie di prestazioni quali l’assegno sociale, l’integrazione al minimo, la maggiorazione sociale del minimo, l’assegno per il nucleo con tre o più figli minori.