Interrogazione PD su quattordicesima pensionati – 14 settembre 2017

E’ stata presentata una interrogazione a risposta orale in Aula a prima firma del Sen. Angioni (Pd, Comm. Lavoro) in merito alla mancata corresponsione della quattordicesima mensilità a tutti i pensionati aventi diritto.

Di seguito, il testo dell’interrogazione.

ANGIONI, CUCCA, LAI – Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali – Premesso che:
l’articolo 1, comma 187, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio per il 2017) ha modificato le norme concernenti il diritto alla corresponsione della cosiddetta quattordicesima mensilità per i pensionati, così come previsto dall’articolo 5, commi da 1 a 4, del decreto-legge 2 luglio 2007, n. 81, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2007, n. 127;
l’Istituto nazionale di previdenza sociale (INPS), con messaggio n. 2549 del 20 giugno 2017, esponendo gli aspetti innovativi della legge di bilancio per il 2017, ha comunicato che nel corso dei mesi di aprile e maggio 2017 “è stata effettuata la lavorazione centrale finalizzata all’erogazione d’ufficio della quattordicesima, da corrispondere unitamente alla mensilità di pensione di luglio 2017”;
considerato che risulta agli interroganti che, ad oggi, un numero imprecisato di pensionati che pur ne avrebbe diritto, non ha ancora percepito la cosiddetta quattordicesima, che l’INPS avrebbe dovuto accreditare in automatico con l’assegno di pensione del luglio scorso,
si chiede di sapere:
se sia conosciuto il numero dei pensionati, che, pur avendone diritto, non ha ricevuto la cosiddetta quattordicesima mensilità e quali siano le ragioni per le quali non l’abbia ancora ricevuta;
quali siano le ragioni per le quali l’INPS non abbia ancora provveduto a comunicare a tutti gli aventi diritto, che non hanno ricevuto la quattordicesima mensilità, le motivazioni del ritardo nell’accredito;
quali siano i termini entro i quali l’INPS provvederà a liquidare la quattordicesima a tutti i pensionati che ne abbiano diritto.
(3-03987)