Interrogazione Pd su cumulo pensionistico – 17 febbraio 2017

E’ stata presentata una interrogazione a prima firma dell’On. Gnecchi (Pd – Comm. Lavoro) in materia di cumulo pensionistico.

Analisi
Gli interroganti rilevano che con l’articolo 1, comma 195, e seguenti della legge 11 dicembre 2016, n. 232 – legge di bilancio 2017, si è intervenuti sul comma 239 dell’articolo 1 della legge n. 228 del 2012 estendendo l’istituto del cumulo agli enti di previdenza di cui al decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509, e al decreto legislativo 10 febbraio 1996, n. 103, prevedendo altresì che la predetta facoltà possa essere esercitata per la liquidazione del trattamento pensionistico a condizione che l’interessato abbia i requisiti anagrafici e contributivi di cui ai commi 6 e 7 dell’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, ovvero, indipendentemente dal possesso dei requisiti anagrafici, abbia maturato l’anzianità contributiva prevista dal comma 10 del medesimo articolo 24. Tuttavia, ad oggi non sono state emanate dall’Inps e dagli enti di previdenza privati le relative disposizioni applicative.

Gli Onorevoli chiedono quindi al Ministro del Lavoro Poletti se non ritenga di assumere iniziative affinché gli enti di previdenza pubblici e privati procedano all’emanazione di disposizioni applicative della norma richiamata, dando immediata attuazione almeno a tutto ciò che già rientra negli obblighi istituzionali dell’Inps.