Interrogazione PD su attuazione Competence Center – 31 maggio 2017

E’ stata presentata una interrogazione a risposta orale in Commissione da parte del PD (primo firmatario On. Benamati, Capogruppo PD Commissione Attività Produttive) in merito allo stato di attuazione delle misure connesse ai competence center ed ai digital innovation hub previste nella legge di bilancio 2017 nell’ambito del Piano Industria 4.0.

Si chiede quali linee guida siano previste per l’attivazione di tali strutture.

Di seguito il testo dell’interrogazione.

BENAMATI, PELUFFO, DONATI, SENALDI, TARANTO, IACONO, BARGERO, ARLOTTI, CANI, TENTORI, BASSO, SCUVERA, MARTELLA, CAMANI, MONTRONI, BECATTINI, GINEFRA, VICO e IMPEGNO. — Al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:
   nell’ambito dello sviluppo e della diffusione delle attività incluse nel quadro del programma «Industria 4.0» la realizzazione di Competence Center e la conseguente creazione di « Digital Innovation Hub» rappresentano un tassello fondamentale;
   le attività principali che tali centri dovranno portare a compimento sono assicurare formazione e conoscenza sul piano industria 4.0, presentare « Live demo» su nuove tecnologie e consentire l’accesso alle « best practice», effettuare la « Advisory tecnologica per PMI», seguire il lancio e l’accelerazione di progetti innovativi e di sviluppo tecnologico, sostenere il supporto alla sperimentazione e produzione «in vivo» di nuove tecnologie ed effettuare il coordinamento con centri di competenza europei;
   il piano prevede la creazione di pochi e selezionati competence center nazionali, il forte coinvolgimento di poli universitari di eccellenza e grandi player privati, il contributo di «stakeholder» chiave come centri di ricerca o start-up, la polarizzazione dei centri su ambiti tecnologici specifici e complementari e l’individuazione di un modello giuridico e delle competenze manageriali adeguate;
   i digital innovation hub potranno coinvolgere associazioni come Confindustria, R.E TE. e Imprese Italia sul territorio, dovranno essere il ponte tra imprese, ricerca e finanza e dovranno, in particolare, sensibilizzare le imprese sulle opportunità esistenti in ambito I4.0, supportarle nelle attività di pianificazione di investimenti innovativi e per l’accesso a strumenti di finanziamento pubblico e privato, erogare il servizio di « mentoring» alle imprese e supportare l’interazione con i digital innovation hub europei;
   per la selezione dei competence center e dei digital innovation hub sarebbe opportuno prevedere procedure competitive –:
   quale sia lo stato di attuazione delle misure connesse ai competence center ed ai digital innovation hub previste nella legge di bilancio 2017 e quali linee guida siano previste per l’attivazione di tali strutture. (5-11475)