Interrogazione parlamentare sugli emolumenti percepiti dai dirigenti del MEF

INTERROGAZIONE A FIRMA M5S (PRIMO FIRMATARIO ON. CIPRINI, COMM.NE LAVORO): ENTITÀ DEGLI EMOLUMENTI PERCEPITI DAI DIRIGENTI DEL MEF ALLA LUCE DELL’ACCORDO NAZIONALE INTEGRATIVO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO DI PRODUTTIVITÀ – 20 novembre 2015.

Analisi

Si rileva nel corso dell’atto che il 22 ottobre 2015 è stato siglato presso il Ministero dell’economia e delle finanze l’accordo nazionale integrativo tra il capo dipartimento dell’amministrazione generale del personale e i rappresentanti delle organizzazioni nazionali del personale dirigente per la costituzione del fondo di produttività finalizzato a disciplinare la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti di 2a fascia.

Tale accordo ha, tra le altre cose, disposto il finanziamento della retribuzione di posizione di parte variabile per una spesa complessiva pari a 42 milioni di euro.

A parere degli interroganti appare difficilmente comprensibile e giustificabile la destinazione di 42 milioni di euro a soli 516 dirigenti del Ministero. Alla luce di questo, si chiede di sapere:

  • se il Governo sia a conoscenza dell’entità degli emolumenti percepiti dai suddetti dirigenti e se li ritenga coerenti con la situazione economica generale nonché con gli altri provvedimenti in materia di spending review ;
  • quali siano le ragioni che hanno impedito la presentazione tempestiva alle Camere del disegno di legge di stabilità per l’anno 2016 entro i termini previsti dalla legge.