Interrogazione LN sul calcolo della retribuzione pensionabile – 20 luglio 2016

E’ stata presentata una interrogazione a firma dell’On. Caparini (LN – Comm. Difesa) sul computo degli emolumenti extramensili nella determinazione del valore retributivo dei periodi di contribuzione figurativa per il calcolo della retribuzione pensionabile.

Analisi
L’interrogante rileva che numerosi pensionati del «settore industria» e del terziario, in particolare del nord Italia, a causa della crisi economica dell’ultimo decennio, nel corso della propria vita lavorativa, sono stati soggetti a periodi di inattività coperti da contribuzione figurativa per disoccupazione involontaria, cassa integrazione guadagni e/o mobilità; il calcolo della retribuzione annua pensionabile è avvenuto tenendo conto del valore retributivo dei suddetti periodi riconosciuti figurativamente.
L’interrogante chiede al Ministro del Lavoro Poletti quali iniziative intenda adottare per ripristinane l’utilizzo, ai fini della determinazione della retribuzione annua pensionabile, degli emolumenti extramensili nella determinazione del valore retributivo dei periodi di contribuzione figurativa così come previsto dall’articolo 8 della legge n. 155 del 23 aprile 1981, specificando che gli emolumenti ultramensili devono essere inclusi nell’imponibile annuo per il calcolo della cosiddetta «retribuzione pensionabile».