Interrogazione Lega Nord su pensioni di reversibilità – 24 febbraio 2016

E’ stata presentata  al Senato una interrogazione a risposta scritta da parte della Lega Nord (primo firmatario, Sen. Consiglio, Comm. Industria) in merito al paventato taglio alle pensioni di reversibilità all’interno del disegno di legge governativo sul contrasto alla povertà.

Analisi
Gli interroganti ricordano che secondo i contenuti del disegno di legge delega relativi al contrasto alla povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali, presentato alla Camera dei deputati, ma il cui iter non è ancora iniziato, due disposizioni finirebbero col tradursi in una scure sulle reversibilità: l’aggancio di qualunque trattamento assistenziale all’Isee della famiglia e la trasformazione della pensione di reversibilità in prestazione assistenziale e non più previdenziale.

Si chiede, quindi, al Ministro del Lavoro e delle politiche sociali Poletti se corrisponda al vero l’intento del Governo di incamerare i contributi previdenziali versati dai lavoratori deceduti, invece di riconoscerli agli eredi aventi diritto.