Interrogazione Gruppo misto su partecipate MEF – 14 giugno 2017

E’ stata presentata una interrogazione a prima firma dell’On. Altieri (Gruppo misto, Comm. Difesa) in cui si chiede conto al Governo delle indiscrezioni secondo cui starebbe pensando di «sdoppiare» i ruoli di presidente e amministratore delegato nelle società partecipate dal MEF.

Di seguito il testo completo dell’interrogazione.

ALTIERI, PALESE, CAPEZZONE, CHIARELLI, CIRACÌ, CORSARO, DISTASO, FUCCI, LATRONICO e MARTI. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell’economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che:
   da quanto riportato da organi di stampa, il Governo starebbe pensando di «sdoppiare» i ruoli di presidente e amministratore delegato nelle società partecipate dal Ministero dell’economia e delle finanze;
   occorre ricordare che il decreto legislativo in materia di società partecipate emanato dal Ministro per a semplificazione e la pubblica amministrazione nell’agosto 2016 prevedeva per una serie di società pubbliche (escluse le quotate e altre non quotate tra le quali il Poligrafico, Anas, Invimit, Invitalia, Expo e Arexpo) la figura dell’amministratore unico, con conseguente risparmio sugli emolumenti dei consigli di amministrazione;
   dopo la sentenza della Corte costituzionale, che nello scorso autunno ha «bocciato» parti della riforma della pubblica amministrazione, nel mese di febbraio 2017 si è arrivati a una nuova stesura che ripristinava la possibilità di istituire un consiglio di amministrazione a tre o cinque membri con «una delibera motivata» dell’assemblea;
   il consiglio di amministrazione a tre componenti si fondava sull’accorpamento del ruolo di presidente e amministratore delegato in un solo componente con gli altri due di provenienza ministeriale, così come stabilito dal cosiddetto «decreto spending review» del luglio 2012;
   a quanto si apprende, nella versione definitiva del decreto sarebbe stato inserito nuovamente lo sdoppiamento delle citate cariche, in linea con la volontà del Governo di ampliare il numero dei posti disponibili –:
   se quanto riportato dai mezzi d’informazione corrisponda al vero;
   quali siano i motivi di una tale decisione proprio in un momento in cui bisogna insistere sulla strada della semplificazione e della spending review. (3-03080)