Intenzioni Governo su ILVA: interpellanza on. Labriola (FI)

E’ stata presentata un’interpellanza dell’on. Labriola (FI) con la quale si chiede al Governo di riferire in merito ai suoi intendimenti circa il futuro dell’impianto siderurgico tarantino.

Analisi
Nella seduta dell’Aula della Camera del 17 luglio è stata annunciata la presentazione di un’interpellanza dell’on. Labriola (FI) 2-00055 in merito alle intenzioni del Governo sul futuro dell’ILVA. In particolare, si chiede al Ministro dell’ambiente, dello sviluppo economico e del lavoro:
 quali siano gli intendimenti del Governo in merito al futuro dell’impianto siderurgico tarantino;
 quali iniziative si intendano adottare al fine di garantire e individuare modi e tempi celeri per i pagamenti venuti in scadenza nei confronti delle imprese dell’indotto;
 se non si intenda prevedere la partecipazione ai tavoli di contrattazione in corso tra Governo, istituzioni e sindacati, in merito al futuro dei dipendenti, anche dei rappresentanti delle aziende dell’indotto;
 quali iniziative si intendano adottare per fermare i continui incidenti all’interno dello stabilimento siderurgico, che mettono costantemente a repentaglio la sicurezza e la vita stessa dei lavoratori;
 quali iniziative concrete si intendano ulteriormente adottare per gestire al meglio i probabili esuberi dei lavoratori dello stabilimento siderurgico;
 quali iniziative si intendano intraprendere per garantire la piena attuazione degli interventi ambientali, la bonifica dei suoli, del corpo idrico e delle acque anche marine, a tutela della salute pubblica e dell’ambiente;
 come il nuovo progetto approvato per il recupero ambientale dei parchi minerari dell’Ilva, che sembrerebbe sensibilmente depotenziato sotto il profilo delle risorse a tal fine impiegate, possa garantire le bonifiche ambientali così come stabilito, e quali risultati concreti si pensi che si possano raggiungere realizzando un progetto così ridimensionato negli investimenti.