Incontro con Massimo Mucchetti, Pres. Commissione Industria del Senato, sulla situazione llva

Una delegazione guidata dal direttore generale, Mario Cardoni, e composta da una rappresentanza della “Commissione Siderurgia” di Federmanager ha incontrato il Sen. Massimo Mucchetti, Presidente della Commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato, a pochi giorni dalla visita allo Stabilimento Ilva di Taranto effettuata dalla stessa Commissione.

Come ha illustrato il Direttore Cardoni, è stata l’occasione per «ribadire il pieno sostegno del management all’azione Commissariale per il salvataggio e il rilancio di Ilva, nella consapevolezza della rilevanza strategica che un player nazionale di laminati piani in acciaio comporta per lo sviluppo dell’industria metalmeccanica in Italia, per cui occorre che tutte le componenti politiche e sociali coinvolte si impegnino affinché il Gruppo Ilva continui a svolgere il proprio ruolo».

Il Presidente Mucchetti si è mostrato molto disponibile e interessato a conoscere il punto di vista del management, riconoscendo il ruolo che la dirigenza e i quadri apicali stanno svolgendo per garantire, tra mille difficoltà, la continuità operativa dello Stabilimento di Taranto, assumendosi gravose responsabilità e confrontandosi spesso con un contesto sociale che attribuisce alla classe dirigente un giudizio diffuso di condanna indiscriminata.

«Da parte mia assicuro piena collaborazione e sostegno al management Ilva, sia in termini istituzionali che mediatici», ha dichiarato il Senatore, esprimendo anche l’esigenza di «trovare soluzioni tecnicamente sostenibili rispetto alle garanzie di tutela legale richieste dalla complessità dei procedimenti giudiziari ai quali i dirigenti di Taranto sono esposti nell’esercizio delle loro funzioni».

La delegazione di Federmanager ha richiesto di «mettere in atto degli strumenti adeguati ad assicurare che tali tutele siano mantenute anche in futuro, sia a fronte dei procedimenti giudiziari in corso che per quelli che possono ancora presentarsi nei prossimi anni, vincolando in tal senso anche gli operatori privati che si avvicenderanno alla guida del Gruppo».

In questo quadro, peraltro, lo stesso Presidente Mucchetti ha manifestato preoccupazione circa la procedura di cessione in atto, sottolineando «la necessità che gli investimenti richiesti per la bonifica ambientale e il rispetto del territorio si coniughino efficacemente con soluzioni tecniche ed economiche in grado di garantire il rilancio competitivo delle attività del Gruppo in un assetto di lungo termine».

«Come componente sociale responsabile», ha affermato il Presidente di Federmanager, Stefano Cuzzilla, «auspichiamo che il Piano Industriale di ILVA che l’acquirente privato aggiudicatario dovrà predisporre, salvaguardi tutte le unità produttive, valorizzando in particolare quella a più alto valore aggiunto».