Incontro con il Gruppo della Lega alla Camera dei Deputati

Nell’incontro avuto il 15 maggio con i rappresentanti del Gruppo Parlamentare della Lega alla Camera dei Deputati – On. Claudio Durigon, Responsabile nazionale del Dipartimento Lavoro della Lega, e On. Francesco Zicchieri, Vice Capogruppo  alla Camera – Federmanager ha avuto modo di presentare il proprio Sistema di rappresentanza e suggerire delle proposte per promuovere l’inserimento di figure manageriali a supporto dei processi di crescita delle PMI.

«Abbiamo trovato piena sintonia sull’esigenza di prevedere appositi meccanismi di incentivazione per l’introduzione di risorse manageriali da parte delle piccole e medie imprese»  ha spiegato il direttore generale Mario Cardoni, aggiungendo che «in particolare, si è condivisa l’opportunità di sostenere ulteriormente il percorso di digital transformation del nostro sistema produttivo attraverso la valorizzazione delle risorse manageriali esperte nell’innovazione».

 In questo senso – anche in considerazione del possibile ruolo che l’On. Durigon potrebbe ricoprire in un prossimo Governo che coinvolga la Lega – particolarmente significativo risulta l’impegno espresso dallo stesso Onorevole a sostenere l’adozione di una specifica Azione di Sistema per favorire la ricollocazione dei dirigenti in stato di disoccupazione, finanziata con le risorse del Fondo Sociale Europeo, all’interno del Programma Operativo Nazionale (PON) di politiche attive del lavoro.

Una ulteriore riflessione potrebbe indirizzarsi verso la promozione di progetti sperimentali a livello regionale (specie nelle Regioni del Sud Italia), con il coinvolgimento dell’ANPAL, che vedano l’impiego di manager con il ruolo di “tutor” nei progetti di crescita delle PMI, anche per un periodo determinato, sottolineando come la misura sarebbe utile a contribuire al rilancio di tante aziende in crisi ed al pieno sviluppo di Industria 4.0.  

Da esperto di relazioni industriali, inoltre, l’Onorevole ha manifestato la propria condivisione sulle posizioni di Federmanager anche sul fronte del welfare aziendale, riconoscendo l’utilità di rinforzare ulteriormente la contrattazione di produttività superando i limiti dell’attuale regime fiscale applicabile ai premi di risultato, che impediscono a gran parte del management l’accesso al beneficio.

«Siamo compiaciuti dal pieno sostegno manifestato dai Parlamentari che abbiamo incontrato alle nostre proposte per lo sviluppo del sistema industriale italiano», ha concluso Cardoni spiegando che «da parte nostra continueremo a sensibilizzare le forze parlamentari sul tema della valorizzazione del capitale umano, per fare capire come le misure a sostegno della diffusione delle competenze manageriali, in effetti, vanno intese nell’interesse dell’intero Sistema produttivo e del Paese».