INCONTRI ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO PER LA STABILITA’ 2017

Alla Presidenza del Consiglio si sta lavorando alla definizione della prossima legge di Stabilità. Federmanager, a valle dell’incontro del 5 luglio scorso tra il Presidente Stefano Cuzzilla e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Tommaso Nannicini, ha avviato un confronto con il team di esperti che coadiuvano il Sottosegretario, con un ulteriore incontro tenutosi mercoledì 12 luglio a Palazzo Chigi, che ha riguardato alcuni provvedimenti allo studio in materia di welfare sanitario, previdenziale, politiche attive e fisco.

Il presidente Stefano Cuzzilla e il direttore generale Mario Cardoni hanno puntualizzato la necessità di coinvolgere la dirigenza industriale nei processi decisionali che riguardano il futuro del Paese, mettendo a disposizione competenze e idee innovative per dare impulso all’economia e all’occupazione.

Particolare attenzione è stata data al tema della detassazione dei premi di produttività e all’incentivazione della sanità integrativa, nella direzione del rafforzamento di quanto già stato varato dall’ultima Finanziaria.

«Abbiamo sottolineato l’importanza di utilizzare la leva fiscale per estendere il welfare, sfruttando non solo la contrattazione di secondo livello, ma agendo in modo sistemico attraverso gli strumenti previsti dai contratti nazionali di lavoro», ha spiegato Cuzzilla, auspicando che «l’apertura del governo verso la nostra categoria possa essere interpretata come volontà di costruire un sistema incentivante che premi le buone prassi senza paura di sostenere l’Italia migliore».

Sul tavolo, anche il tema di come incentivare la competitività attraverso la valorizzazione del capitale umano ad alta professionalità, partecipando attivamente all’individuazione e certificazione dei profili professionali che saranno decisivi nel prossimo futuro e di cui si occuperà, per quanto di competenza, anche la costituenda Cabina di regia governativa su Industry 4.0.

 Su richiesta della presidenza del Consiglio, Federmanager si è impegnata a trasmettere nei prossimi giorni ulteriori dati ed elementi utili a verificare la congruità dei prossimi provvedimenti alle specificità della categoria dei manager.