Il Presidente Cuzzilla incontra l’Ambasciatore del Qatar

Con l’obiettivo di stringere solide relazioni economiche e istituzionali con i partner esteri di maggiore interesse, il presidente federale Stefano Cuzzilla ha incontrato il 7 marzo scorso l’ambasciatore del Qatar in Italia, Abdulaziz Ahmed Almalki.

Il colloquio, ospitato nella sede diplomatica qatarina di Roma, si è concentrato sulle ampie opportunità collegate a una sinergia tra i due Paesi.

Il presidente Cuzzilla, presentando mission e attività della Federazione, ha evidenziato i suoi punti di forza, definendo Federmanager «un serbatoio di competenze e di profili manageriali di indiscussa professionalità e di diversa specializzazione. Un sistema complesso – ha aggiunto – che interviene in tutti gli ambiti, dall’industria manifatturiera tradizionale ai settori più tecnologicamente avanzati, toccando temi di portata collettiva come welfare, sanità, trasporti».

È stato subito chiaro, nelle parole scambiate tra il presidente Cuzzilla e l’ambasciatore Almalki, il valore aggiunto che può generarsi da un più stretto collegamento tra investimenti stranieri e management italiano.

Quindi, l’intesa di porre le premesse per un accordo tra la Federazione e il Qatar che realizzi un ponte tra manager italiani e realtà imprenditoriali e finanziarie dell’Emirato.

«Finora siamo riusciti a sostenere la ripresa del nostro Pil attraverso la leva dell’export. Ora dobbiamo intensificare il tasso di attrattività dell’Italia, in modo che i capitali stranieri che già guardano con attenzione verso di noi, possano fare affidamento su uomini e donne in grado di generare valore aggiunto e di stabilizzare la loro presenza negli asset di interesse», ha dichiarato il presidente Cuzzilla.

Almalki ha accolto l’idea di una partnership che garantirebbe, dall’altra parte, molte occasioni per lo sviluppo di managerialità sia in Italia sia nei Paesi dove Doha investe.

«L’obiettivo è quello di valorizzare il manager come figura chiave nello sviluppo dell’industria italiana, ma anche creare occasioni di scambio bilaterale che siano win-win per entrambi i Paesi», ha spiegato Cuzzilla. Citando i grandi progetti che Federmanager sta sostenendo per valorizzare la managerialità e aumentarne la presenza soprattutto nelle PMI, il presidente ha lanciato un messaggio: «La nostra Federazione costituisce una corsia preferenziale per i colleghi che operano in un contesto globalizzato dove internazionalizzazione del business e attrazione di investimenti diretti esteri sono obiettivi complementari».

Con l’intenzione di avvicinare il mondo del management alla realtà qatarina, il presidente Cuzzilla e l’ambasciatore Almalki hanno concluso l’incontro con l’auspicio di portare presto in visita a Doha una delegazione Federmanager.