Federmanager ricevuta dal ministro per i rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro

Una delegazione Federmanager guidata dal presidente Stefano Cuzzilla è stata ricevuta il 27 febbraio scorso a Palazzo Chigi dal ministro per i rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, On. Riccardo Fraccaro, per un incontro di approfondimento che segue i precedenti colloqui intervenuti nel corso del 2018.

Grazie alla presenza del direttore generale Federmanager, Mario Cardoni, del vice presidente Eros Andronaco, della tesoriera Marina Cima e dei membri della Giunta esecutiva, Giacomo Gargano e Armando Indennimeo, è stato possibile entrare nel dettaglio di alcune iniziative che Federmanager sta portando avanti nell’interesse della categoria e del Paese.

Il primo punto di convergenza è stato segnato dall’introduzione del voucher per gli innovation manager, la misura prevista dalla Legge di Bilancio 2019 in favore delle piccole, medie e reti di imprese che investono in questa figura manageriale. Mostrando ampio apprezzamento per il provvedimento, Cuzzilla ha ricordato al ministro «l’importanza di darvi attuazione specificando bene i requisiti e le caratteristiche di un innovation manager. È una grande occasione per lo sviluppo competitivo delle nostre Pmi – ha affermato – ed è nostra intenzione collaborare affinché si definiscano linee guida chiare che consentano di individuare quelle competenze manageriali qualificate che servono alle nostre imprese».

Parte del colloquio si è concentrato sul tema delle politiche industriali con il richiamo, da parte della delegazione federale, ad andare avanti nell’investimento in opere e infrastrutture e impianti logistici. «Abbiamo ribadito, come già fatto sugli organi di stampa, che la posizione di Federmanager è a favore della realizzazione delle infrastrutture, specie se già deliberate», ha commentato Cuzzilla, facendo riferimento alla Tav e ai cantieri bloccati.

Sulle priorità da assolvere in campo industriale, inoltre, i rappresentanti Federmanager hanno dato la disponibilità a condividere con il ministro e gli uffici di Palazzo Chigi i lavori delle Commissioni di Settore nate in casa Federmanager.

Una nota di particolare apprezzamento è stata espressa dal ministro Fraccaro nei confronti dell’iniziativa che Federmanager avvierà nelle prossime settimane e che consentirà alle maggiori aziende, quotate e non quotate, partecipate o di interesse pubblico, di accogliere le competenze manageriali necessarie al proprio sviluppo strategico.

«Ho illustrato al ministro Fraccaro la nostra vision: una Federmanager che si mette a disposizione del Paese attraverso le sue persone migliori per dare un contributo alla crescita e alla competitività delle nostre grandi aziende», ha spiegato Cuzzilla a margine dell’incontro. «A breve attiveremo una call sulla nostra popolazione per candidarci ad assumere un ruolo guida nelle posizioni strategiche, nell’interesse non certo nostro, ma della competitività dell’Italia. Sono le persone – ha concluso il presidente Federmanager – che fanno la differenza e noi, con senso di responsabilità e senza alcuna pretesa, forniremo alle istituzioni le competenze adeguate alle sfide che abbiamo dinnanzi».