Incontro con l’On. Fedriga: il manager privato sia esempio per la P.A.

Un incontro incentrato sul valore della managerialità, in cui si è parlato molto di futuro e di progetti concreti. Ha infatti superato i confini della cronaca stringente il colloquio che si è svolto il 5 novembre tra il presidente federale, Stefano Cuzzilla, il direttore generale, Mario Cardoni, il vice presidente di Federmanager Treviso e Belluno, Alessandro Manera, e l’On. Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega Nord alla Camera dei Deputati.

 Fedriga, che a 36 anni vanta già un’esperienza decennale in Parlamento, ha riconosciuto l’importanza di rafforzare la presenza manageriale all’interno sia del tessuto produttivo italiano sia della Pubblica Amministrazione e si è detto disponibile a presentare la proposta di emendamento alla Legge di Bilancio, attualmente all’esame della Camera, che Federmanager ha avanzato per favorire l’inserimento di “innovation manager” nelle PMI.

Discutendo dei nuovi orizzonti di politica industriale, Cuzzilla e Cardoni hanno segnalato l’evoluzione che deve caratterizzare i modelli organizzativi aziendali e i modelli di rappresentanza, ricevendo dal capogruppo della Lega l’invito a collaborare per trasferire nella PA i modelli di gestione manageriali vigenti nel settore privato, supportando concretamente il processo meritocratico e di orientamento al risultato del management pubblico.

L’On. Fedriga ha ricordato anche alcune iniziative legislative di cui è firmatario riguardanti la materia fiscale e il contrasto alla delocalizzazione delle attività produttive. In particolare, ha condiviso la necessità di provvedere alla sostenibilità del sistema pensionistico attraverso la separazione tra assistenza e previdenza.

Il presidente Stefano Cuzzilla, sottolineando il ruolo delle istituzioni nel rafforzare la vocazione sociale e collettiva del fare impresa, ha così commentato il colloquio: «Stiamo conducendo un ciclo di incontri con gli uomini e le donne chiave dei partiti chiamati a svolgere un ruolo protagonista nella prossima stagione politica, che è tutta da definire. L’On. Federiga ha mostrato la giusta apertura alle istanze del management e ampia sensibilità verso le azioni che in concreto realizzino lo sviluppo economico atteso».

L’On. Fedriga, per dare continuità alle sollecitazioni emerse, si è reso disponibile a venire in visita alla sede nazionale della Federazione per ricevere idee e suggerimenti sulle azioni da intraprendere, con particolare riferimento al settore delle politiche industriali e allo sviluppo di soluzioni di welfare integrativo.