Federmanager incontra il Capo Segreteria Tecnica del Mise su Industria 4.0

Nel corso del proficuo incontro svolto il 7 settembre u.s. con il capo della Segreteria tecnica del ministro dello Sviluppo Economico, Dr. Andrea Napoletano, il presidente federale, Stefano Cuzzilla, e il direttore generale, Mario Cardoni, hanno rappresentato il contributo che il sistema di rappresentanza, anche attraverso le competenze della Commissione Politiche Industriali di Federmanager, può mettere a disposizione del MISE, in particolare, nell’ambito del Piano di Azione del Governo sui temi della trasformazione digitale del settore manifatturiero (Industria 4.0).

A questo proposito, il Dr. Napoletano si è mostrato molto disponibile ad accogliere la collaborazione dell’Organizzazione, confermando che nei prossimi giorni si insedierà il “Comitato Guida” promosso dal ministro Calenda, che riunisce rappresentanti delle istituzioni e del mondo universitario con il compito di definire il Documento di Posizionamento Strategico per l’Industria 4.0.

Il Comitato si articolerà successivamente in gruppi di lavoro tematici, a cui verranno invitati altri soggetti istituzionali e rappresentanti delle parti sociali, per individuare concretamente gli ambiti di intervento e le policy abilitanti finalizzate all’affermazione dell’industria digitale nel nostro Paese.

Riconoscendo il ruolo strategico che i manager possono svolgere nella realizzazione del piano, specie rispetto alla necessità di diffondere le competenze per Industria 4.0 nelle aziende, promuovendo piani di formazione sulle competenze digitali e manageriali e sulle conoscenze chiave in ottica smart manufacturing a tutti i livelli professionali, Napoletano ha assicurato il coinvolgimento dei rappresentanti di Federmanager ai Tavoli di lavoro che verranno convocati a breve dal MISE.

In questo quadro, il Presidente Cuzzilla ha ribadito: «Ci proponiamo di fornire una collaborazione utile a delineare gli strumenti necessari per agevolare la trasformazione digitale delle imprese italiane, nella convinzione che le esperienze dei nostri manager, acquisite in contesti industriali di livello internazionale, possano imprimere un’accelerazione nei confronti delle politiche economiche che il nostro Paese dovrà mettere in campo per favorire lo sviluppo di processi di innovazione dei comparti produttivi».

«La frontiera dell’innovazione 4.0 nella produzione industriale, specie nelle PMI, richiede una maggiore diffusione di competenze manageriali nelle nostre aziende» ha aggiunto Cuzzilla, «e su questo ci confronteremo con il ministro Calenda in un incontro che stiamo programmando a breve».