Una delegazione di Federmanager ha partecipato lo scorso 19 luglio all’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, presieduto da Daniel De Vito, Capo della Segreteria tecnica del Ministro, per definire una nuova strategia per l’innovazione destinata a supportare le imprese nel loro percorso di trasformazione digitale.

Al tavolo con gli esponenti del Ministero si sono confrontati solo pochi rappresentanti di Associazioni di imprese – Federmanager era l’unica delegazione non datoriale – con l’obiettivo di trovare una strada efficace per la prosecuzione del programma di incentivi per la digitalizzazione delle imprese nell’ambito di Industria 4.0: sostanzialmente, quindi, si tratta di un tavolo tecnico per la revisione della strategia 4.0 che va a sostituire la precedente Cabina di Regia del Piano Impresa 4.0, cui partecipa solo una serie limitata di soggetti qualificati, direttamente coinvolti sul fronte dell’innovazione industriale.

Rispetto alla volontà del Ministero di emanare un pacchetto a carattere strutturale a sostegno dell’innovazione, in previsione della prossima legge di Bilancio, pur volendo rilanciare una strategia in continuità con le misure esistenti e che hanno dimostrato di funzionare, la delegazione Federmanager, composta dal responsabile delle Relazioni Istituzionali, Paolo Cucinotta, e dal Direttore di Federmanager Academy, Federico Mioni, ha condiviso l’impostazione orientata a spostare l’ottica degli interventi da una logica di interventi straordinari a una logica strutturata, passando da una visione di intervento sul macchinario all’intero ciclo produttivo (dalla macchina alla fabbrica e alla filiera), concentrandosi sulla diffusione della formazione e delle competenze.

«Pur essendo un primo incontro interlocutorio, è stato utile per presentare il punto di vista del management sulla strategia per l’innovazione del nostro sistema industriale da mettere a punto nel rinnovato confronto tra Governo e parti sociali, riconoscendo l’impegno profuso dalla nostra Organizzazione per sostenere la trasformazione tecnologica delle imprese in questi anni che ha contribuito, in maniera determinante, all’adozione del voucher per innovation manager a supporto delle Pmi», ha commentato il presidente Federmanager, Stefano Cuzzilla.

 Cuzzilla ha spiegato che «nel prossimo incontro programmato per il mese di settembre ci si confronterà sulle proposte concrete di intervento, adeguando e aggiornando gli strumenti previsti, in un quadro chiaro di riferimento che agevoli le imprese nel programmare gli investimenti nel medio-lungo periodo».

«Un ulteriore accento va dedicato al potenziamento del network per il trasferimento tecnologico» conclude Cuzzilla «nell’ambito del quale stiamo già collaborando con i principali soggetti in campo (Digital Innovation Hub di Confindustria e Competence Center) per fornire un servizio di supporto e affiancamento manageriale ai piccoli imprenditori per avviare processi di digitalizzazione delle Pmi sul territorio».