Federmanager al Mise per sostenere l’innovazione 4.0

Una delegazione di Federmanager guidata dal Direttore Generale, Mario Cardoni, ha partecipato il 28 ottobre scorso ad un incontro riservato al Ministero dello Sviluppo Economico con il Capo della Segreteria tecnica del Ministro, Daniel De Vito, preparatorio del Tavolo che verrà convocato a metà del mese di novembre dallo stesso Ministro Patuanelli per condividere con le Parti Sociali la nuova strategia per l’innovazione destinata a supportare le imprese nel percorso di trasformazione digitale, che verrà definita con la prossima legge di Bilancio.

I tecnici del Ministero hanno illustrato le misure che hanno allo studio per garantire la continuità del programma di incentivi per la digitalizzazione delle imprese nell’ambito di Industria 4.0, con l’obiettivo di dare stabilità agli interventi a sostegno dell’innovazione e concentrarsi maggiormente sulla diffusione della formazione e sul rafforzamento delle competenze.

A tale scopo un ruolo centrale verrà riconosciuto allo strumento del credito d’imposta per la ricerca e sviluppo, il cui perimetro di applicazione verrà ampliato ad altre forme di investimenti in innovazione, andando ad assorbire alcune delle precedenti agevolazioni (ad esempio l’iperammortamento per l’acquisto di beni materiali) e verrà rafforzato per includere anche la copertura delle spese per il personale.

Su queste basi, la delegazione Federmanager ha condiviso l’impostazione presentata dal Ministero, orientata a spostare l’ottica degli interventi in una logica di stabilità di medio periodo (almeno 3 anni) e di ampliamento all’intero ciclo produttivo, con l’obiettivo di favorire, in particolare, la componente di investimenti digitali e “green”.

«Pur essendosi trattato di un incontro preparatorio di un successivo Tavolo politico, è stata  un’occasione utile per presentare una serie di proposte del management industriale a sostegno della strategia per l’innovazione del nostro sistema produttivo, tra cui il rafforzamento del voucher per innovation manager a supporto delle Pmi e del credito d’imposta sulla formazione 4.0, sulle quali abbiamo riscontrato una grande apertura da parte dei referenti ministeriali», ha commentato il direttore generale di Federmanager, Mario Cardoni.

«Un particolare accento è stato dedicato, inoltre, al potenziamento del network per il trasferimento tecnologico ed al sostegno delle start-up innovative» conclude Cardoni «nell’ambito del quale stiamo già collaborando con i principali soggetti in campo (Digital Innovation Hub di Confindustria; Invitalia) per fornire un servizio di supporto e affiancamento manageriale ai piccoli imprenditori sul territorio».