Doppio colloquio con Palazzo Chigi

Continua l’impegno di accreditamento della Presidenza federale presso gli uffici di Palazzo Chigi. L’obiettivo è quello di consolidare l’azione proattiva di Federmanager e, più in particolare, le ragioni della categoria in merito agli scenari attuativi dei provvedimenti economico-finanziari all’esame del Parlamento.

Nel primo incontro istituzionale, tenutosi il 30 novembre 2016, il presidente Stefano Cuzzilla si è a lungo intrattenuto con Salvo Nastasi, Vice segretario generale alla Presidenza del Consiglio e uomo di fiducia del premier su alcuni capitoli come il rilancio dell’area di Bagnoli (NA), le attività culturali, il turismo, infrastrutture e trasporti.

La legge di Bilancio 2017 è stato il tema centrale del colloquio svoltosi nel pomeriggio con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, nella sede nazionale di Federmanager, in Via Ravenna a Roma.

 Riprendendo le fila del discorso già avviato, il presidente federale Stefano Cuzzilla e il direttore generale Mario Cardoni hanno manifestato apprezzamento per le misure introdotte nella manovra a favore di un welfare integrativo più esteso e hanno offerto la partecipazione del management industriale nelle fasi di definizione strategica che si apriranno nei prossimi mesi.

Massima convergenza, inoltre, si è registrata in merito alle future ipotesi di valorizzazione della sanità integrativa e della previdenza complementare.

«Giudico entrambi i colloqui di oggi molto proficui e utili a corroborare il posizionamento di Federmanager sui tavoli di lavoro dove si prendono le decisioni che interessano la categoria», ha commentato Cuzzilla. «Ci rendiamo conto che il governo sta attraversando ore delicate, ma resta fondamentale per noi continuare a esprimerci sui temi di politica economica e industriale. Per arrivare a risultati soddisfacenti in queste materie – ha concluso – bisogna a mantenere vivo e ben focalizzato il dialogo. È quello che stiamo facendo, ricevendo un riscontro che oggi valuto molto positivo».