Dimissioni del Premier Renzi post referendum costituzionale – 5 dicembre 2016

Nel corso della conferenza stampa convocata a Palazzo Chigi successivamente ai risultati del referendum costituzionale che proclama la vittoria del fronte del No, il Premier Matteo Renzi ha annunciato le proprie dimissioni.

Successivamente si riunirà il Consiglio dei Ministri e  il Primo Ministro salirà al Quirinale dove consegnerà formalmente le proprie dimissioni.
Il Premier ha ammesso la sconfitta referendaria, perché l’Italia ha parlato in modo chiaro e netto, con una festa della democrazia segnata dall’altissima affluenza. Ha augurato buon lavoro ai leader del fronte del No, a cui sono consegnati oneri e onori, a partire dalla proposta per la riforma della legge elettorale. Il fronte del Sì ha ottenuto milioni di voti, una percentuale “impressionante”, che non è però sufficiente. Il Premier si è assunto personalmente tutta la responsabilità per la sconfitta, elogiando il lavoro dei comitati del Sì.

Il Governo, seppur dimissionario, completerà il lavoro sulla Legge di Bilancio al Senato e sul Decreto Terremoto; si lascia al prossimo Governo il progetto Casa Italia.