Ddl Lavoro autonomo/smart-working: Audizione ANIA, ABI, CONFCOMMERCIO Professioni e CNA – 12 gennaio 20167

Si è tenuta ieri presso la Comm. Lavoro, l’audizione di CNA, ANIA, Confcommercio Professioni e ABI, nell’ambito dell’esame del ddl Lavoro autonomo/smart working (C.4135).

Analisi

• CNA
Congedo parentale a sei mesi – soddisfazione per la misura che permette la sostituzione della lavoratrice autonoma da parte di familiari o soci.
Tutela nelle transazioni commerciali – soddisfazione per la misura che ha esteso anche ai lavoratori autonomi la tutela anche nei rapporti con la PA.
Pagamento IRAP – occorre definire in modo inequivocabile le caratteristiche che escludono il professionista dal pagamento dell’Irap per l’assenza dell’autonoma organizzazione.
Malattia – in caso di mallatia o infortunio di gravità tale da impedire lo svolgimento dell’attività lavorativa per oltre sessanta giorni, sarebbe opportuno prevedere oltre alla sospensione del versamento dei contributi previdenziali, anche quella degli adempimenti tributari e delle imposte.

• ANIA su lavoro agile
Ambito di applicazione – tale modalità di lavoro possa essere prevista o inserita nei modelli organizzativi delle imprese senza particolari vincoli o limitazioni, salvo naturalmente quelli derivanti dalla particolarità o specificità di quelle attività che richiedono necessariamente la presenza del lavoratore nei luoghi di lavoro.
Forma del contratto – L’accordo relativo allo svolgimento del “lavoro agile” dovrà avvenire per iscritto e con accordo individuale. Tale accordo dovrà disciplinare l’esecuzione della prestazione lavorativa svolta all’esterno dei locali aziendali (stabilendosi, tra l’altro, l’orario di lavoro, le fasce di reperibilità, le modalità operative ecc.) e contenere, altresì, disposizioni riguardanti sia le forme di esercizio del potere direttivo e disciplinare del datore di lavoro. L’accordo dovrà altresì disciplinare le misure tecniche ed organizzative necessarie per assicurare la “disconnessione” del lavoratore.
Sicurezza e salute sul lavoro – apprezzamento per la volontà da parte del Legislatore di tenere fermamente in considerazione questi aspetti.
Considerazioni finali – apprezzamento per la volontà di ricorrere ad un semplice accordo tra le parti, senza previsioni che rinviino alla contrattazione collettiva.

• ABI
Considerazioni generali – Ben venga una normativa sullo smartwork se volto ad incentivare e sostenere più moderne modalità di utilizzo della prestazione secondo parametri che, anche nel lavoro subordinato, superano vecchie impostazioni legate al luogo ed allo spazio fisico del lavoro, utilizzando quanto offerto dalle più avanzate tecnologie informatiche.Viceversa non sarebbero auspicabili interventi normativi che dovessero irrigidire il contesto giuridico.
Diritto alla disconnesione – si evidenzia come il ‘diritto alla disconnessione’ non dovrebbe essere configurato come un (nuovo) diritto soggettivo del lavoratore. Più adeguato sarebbe inquadrare questo profilo nell’ambito della disciplina degli orari di lavoro e di quella della tutela della salute e sicurezza, alla luce delle esigenze di recupero delle energie psicofisiche durante ferie e riposi settimanali. In questa ottica, la definizione del diritto alla disconnessione andrebbe pertanto rimessa alle sedi competenti e alle normative esistenti.

• CONFCOMMERCIO PROFESSIONI
Deducibilità spese formazione e aggiornamento – soddisfazione per la misura che garantisce l’intera deducibilità, nella quale si richiede di includere anche le spese di viaggio e soggiorno. Positiva la deduzione fiscale integrale per la certificazione delle competenze, entro il limite massimo annuo di 5mila euro, che però deve riguardare ogni tipo di certificazione professionale.
Congedo Parentale – un importante avanzamento è stato fatto, ma sarebbe opportuno prevedere un periodo di riferimento più ampio per il calcolo contributivo.
Welfare – positivi gli interventi ma permangono disparità di trattamento sui supplementi di pensione e pensioni supplementari per pensionati della gestione separata, che andrebbero sanate.