DDL Lavoro autonomo: avviato esame emendamenti – 21 febbraio 2017

La Commissione Lavoro ha avviato nella seduta di ieri l’esame degli emendamenti presentati al ddl lavoro autonomo e smartworking (C.4135) partendo dagli emendamenti allo smart working.

Il Presidente Damiano ha chiesto il differimento di una settimana della discussione del provvedimento in Assemblea, calendarizzato a partire dal prossimo 27 febbraio.

Analisi
Il relatore, On. Damiano ha dichiarato che si è aperta la possibilità di introdurre alcuni ulteriori aggiustamenti al testo, che dovrà, quindi, ritornare all’altro ramo del Parlamento. Data la complessità dell’attuale situazione politica, a suo avviso è opportuno che il provvedimento completi il suo iter nel più breve tempo possibile, al fine di consolidare definitivamente le misure positive in esso contenute. Per tali motivi, la selezione degli emendamenti dovrà essere drastica.

La Commissione ha approvato le seguenti proposte:
Gnecchi 17.5 (Nuova formulazione) – Al comma 1, Articolo 17, aggiunge infine le parole “in attuazione dei contratti collettivi di cui all’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81”
• Gebhard 20.09 (ex 15.4 Nuova formulazione) – prevede che l’articolo 1, comma 793, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, è abrogato a decorrere dal 1o settembre 2017. (Assistenti domiciliari all’infanzia Provincia di Bolzano).