D.L.17 febbraio 2016: Modalità di redazione degli atti costitutivi di Srl start-up innovative

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’8 marzo, il Decreto 17 febbraio 2016  recante “Modalità di redazione degli atti costitutivi di società a responsabilità limitata start-up innovative“.

Analisi
L’articolo 1 stabilisce che in deroga a quanto previsto dall’art. 2463 del codice civile, i contratti di società a responsabilità limitata, ivi regolati, aventi per oggetto esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico e per i quali viene richiesta l’iscrizione nella sezione speciale delle start-up di cui all’art. 25, comma 8, del decreto legge 19 ottobre 2012, n. 179, sono redatti in forma elettronica e firmati digitalmente a norma dell’art. 24 del C.A.D., da ciascuno dei sottoscrittori, nel caso di società pluripersonale, o dall’unico sottoscrittore nel caso di unipersonale, in totale conformità ad un modello uniforme – in allegato –, redatto sulle base delle specifiche tecniche del Modello uniforme.

L’articolo 5 stabilisce che qualora le firme siano autenticate da notaio ai sensi dell’art. 25 del C.A.D., sono dimezzati i tempi dell’iscrizione da parte dell’ufficio delle imprese che procede all’iscrizione provvisoria nella sezione ordinaria del registro delle imprese e comunque soggiace alle regole di cui all’art. 20, comma 7-bis del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91. Il notaio compie le verifiche di cui all’art. 2, comma 2, ivi compreso l’adempimento degli obblighi di cui al titolo II del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, e successive modificazioni.