Dialogo sull’Europa tra Cuzzilla e Roberto Gualtieri, presidente Commissione Econ

L’Europa rimane al centro delle attività istituzionali di Federmanager.  A dimostrazione dell’impegno profuso su questa direttrice, il presidente Federmanager, Stefano Cuzzilla, ha incontrato oggi Roberto Gualtieri, parlamentare europeo, membro del gruppo S&D e presidente della Commissione ECON per i problemi economici e monetari (ECON).

 Il colloquio si è subito orientato alla compenetrazione tra interessi nazionali e interessi europei, nella consapevolezza del ruolo strategico svolto dai rappresentanti italiani in Europa per il rilancio e lo sviluppo delle politiche nazionali.

«Vogliamo evitare di trovarci di fronte a provvedimenti calati dall’alto, potendo piuttosto partecipare attivamente ai processi decisionali europei», ha spiegato il presidente Cuzzilla. «Ne abbiamo gli strumenti e, poiché siamo convinti che l’Europa rappresenta una grande opportunità, intendiamo favorire i rapporti con tutte le sue rappresentanze».

A partire dal Piano Industria 4.0 e dalle più recenti iniziative Ue su robotica e intelligenza artificiale, sono molti i settori strategici direttamente coinvolti dall’iniziativa legislativa comunitaria. Energia, sistema bancario, fisco, chimica, siderurgia, logistica costituiscono i segmenti su cui il presidente Federmanager ha voluto soffermarsi, illustrando alcune delle attività messe in campo dalle Commissioni Politiche Industriali del sistema federale.

Per il presidente Gualtieri «i manager hanno una funzione nodale che può aiutarci ad arricchire la consapevolezza di quanto ogni problematica oggi nasca già con una dimensione europea. L’Europa è ormai l’interfaccia con cui ci confrontiamo e ha bisogno dell’azione proattiva del management per realizzare i propri scopi. Noi come rappresentanti europei – ha concluso il presidente dell’ECON – abbiamo bisogno di attingere al grande bacino di competenze e capacità di esecuzione del management italiano».

«Mi ha fatto molto piacere – ha risposto Cuzzilla – che il presidente Gualtieri, riferendosi ai colleghi, abbia parlato di “un grande patrimonio”. Ha mostrato ampia disponibilità a collaborare alla costruzione di un Piano per lo sviluppo del Paese che ha il suo nodo nella crescita economica e dell’occupazione e, quindi, nella valorizzazione della nostra categoria».

 

Il presidente Federmanager, illustrando l’articolazione bilaterale e federale di enti e società del sistema, ha anche sottolineato l’importanza di stabilizzare e ampliare la gamma di iniziative normative che sostengano l’integrazione tra pubblico e privato, anche attraverso un processo di incentivazione del welfare complementare.

Nell’ottica di favorire la conoscenza delle attività svolte a Bruxelles e il dialogo con la categoria dei manager, Gualtieri si è detto disponibile a intervenire a uno dei prossimi appuntamenti pubblici organizzati da Federmanager.