Incontro al ministero della PA per il futuro delle partecipate

Il presidente federale, Stefano Cuzzilla, si è recato il 24 luglio scorso a Palazzo Vidoni a Roma, sede del dipartimento della Funzione Pubblica, per un incontro con Bernardo Polverari, Capo di Gabinetto del ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione. Nel corso di un approfondito colloquio, il presidente Federmanager ha esposto le ragioni del management industriale, sottolineando in particolare l’impegno di tanti colleghi nella governance di settori cruciali, dai Trasporti pubblici locali ad altri servizi di interesse collettivo, la cui gestione avviene tra evidenti difficoltà e discontinuità organizzative.

Il futuro delle cosiddette società partecipate è stato uno dei temi di maggiore attenzione, data la riforma in vigore e, quindi, la conseguente esigenza dei tecnici del ministero di assicurare l’attuazione delle trasformazioni introdotte dal legislatore e la corrispondente preoccupazione del management per la salvaguardia occupazionale della categoria.

Dopo aver ricordato l’importanza di far prevalere merito e logica di risultato nell’affidamento degli incarichi di responsabilità, Cuzzilla ha affermato che «Federmanager è disposta a offrire competenze qualificate e a partecipare al processo di riorganizzazione previsto dalle nuove norme», a patto, però, di voler affrontare anche questioni nodali, come la tenuta occupazionale della componente dirigenziale e la revisione della logica del tetto agli stipendi che, ha dichiarato Cuzzilla, «per evitare storture, rischia di ingessare le nostre aziende di Stato in logiche depauperanti, che allontanano dalla governance di società di rilievo nazionale chi ha le competenze e vuole metterle a servizio del Paese».

In risposta, Polverari ha manifestato attenzione verso le istanze del management industriale ritenendo utili i tempi per un dibattito trasparente tra i vertici del ministero e la rappresentanza del management.

Nel corso della riunione, il presidente Cuzzilla ha anche sottolineato la ricchezza del sistema Federmanager che, oltre a vantare società ed enti bilaterali che rispondono alle esigenze di welfare del settore industriale, sta introducendo nuovi strumenti finalizzati a rispondere alle mutate esigenze del mondo del lavoro, a partire da un prossimo intervento sul tema delle politiche attive.

Cuzzilla e Polverari hanno quindi concordato sull’opportunità di approfondire il confronto sui temi di attualità organizzando, tra il mese di settembre e ottobre, un incontro tra il ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, e una delegazione del management Federmanager.

Scopo della riunione sarà quello di accorciare le distanze tra pubblico e privato, nella consapevolezza delle molte sinergie che è necessario collaudare non solo per conferire execution all’ambizioso programma di riforma della PA, che punta a trasparenza, digitalizzazione e semplificazione della macchina amministrativa, ma soprattutto al fine di incrementare i punti di contatto tra la PA e il settore privato che sono essenziali per conferire una spinta allo sviluppo economico dell’Italia.