Avvio esame affare sui lavoratori marittimi – 16 maggio 2017

E’ stato avviato l’esame dell’Affare assegnato sulle problematiche dei lavoratori del settore marittimo, con particolare riferimento alle misure di welfare nonché alla materia della formazione e dei titoli professionali del personale navigante.

Analisi

Il senatore Puglia (M5S) ha introdotto il tema oggetto, che intende approfondire le problematiche dei lavoratori del settore marittimo, e ricostruisce la principale normativa del settore. Si è soffermato sulla complessità dell’universo lavorativo delle aree portuali italiane e sulla difficoltà di realizzare un “welfare marittimo” a livello locale, ricordando i disagi che i lavoratori del comparto affrontano quotidianamente e i problemi psico-fisici cui vanno incontro.

In tal senso, non ritiene adeguati gli attuali strumenti di welfare utilizzati e i requisiti minimi di accesso al sistema pensionistico. Sarà opportuno a suo avviso approfondire anche i profili attinenti alla formazione del personale navigante, con particolare riguardo alla direttiva 94/58/CE, ai certificati abilitativi professionali e al servizio di guardia dei naviganti (STCW): nel 2010 sono state apportate modifiche significative alla convenzione STCW, che dovrebbero essere recepite nel diritto nazionale, ai sensi della direttiva 2012/35/UE del 21 novembre 2012.

Il presidente Sacconi ha quindi sollecitato i senatori a far pervenire entro la prossima settimana le rispettive richieste di audizioni.