Avviata discussione risoluzione LN su rientro in Italia di lavoratori – 21 ottobre 2016

E’ stata avviata presso la Commissione Finanze la discussione della risoluzione 7-01115 a prima firma dell’On. Pagano (LN) sulle iniziative volte ad ampliare e rafforzare gli incentivi fiscali per il rientro in Italia di lavoratori.

Analisi
Dopo l’illustrazione da parte dell’On. Pagano, primo firmatario, il Viceministro Luigi CASERO rileva come la risoluzione in discussione ricalchi sostanzialmente la risoluzione Pagano n. 7-00746, già approvata dalla Commissione Finanze, e persegua l’obiettivo di ampliare l’ambito di applicazione dei benefici fiscali già previsti dall’articolo 16 del decreto legislativo n. 147 del 2015 per favorire il rientro di lavoratori in Italia. Ha sottolineato come tale tema complessivo sia allo studio del Governo, nella prospettiva di favorire maggiormente il rientro in Italia di lavoratori ed imprese anche nei settori bancario e finanziario. In questo contesto rileva comunque l’esigenza di apportare alcune correzioni al testo della risoluzione, in particolare eliminando il richiamo all’IRAP, che non appare congruente, in quanto i lavoratori dipendenti non sono assoggettati a tale imposta, nonché in quanto le imprese già godono dell’integrale deducibilità da tale tributo del costo sostenuto per lavoro dipendente a tempo indeterminato. Ha segnalato che occorre evitare di introdurre nell’ordinamento disposizioni che possano essere qualificate come norme di carattere attrattivo, le quali determinerebbero l’avvio di una procedura di infrazione comunitaria nei confronti dell’Italia.