Audizione Padoan – Nota di aggiornamento al DEF – 11 ottobre 2016

Si è svolta  la seconda audizione del Ministro dell’economia Padoan presso le Commissioni Bilancio riunite nell’ambito dell’esame della nota di aggiornamento al DEF.

Analisi

Stime di crescita
Il governo conferma le stime di crescita per il prossimo anno, fissando il Pil a +1% nel 2017. L’Upb sostiene che la previsione programmatica del Governo è fuori linea rispetto alle stime del panel di previsori, essendo superiore di 0,3 punti percentuali rispetto al valore mediano di tali previsioni. Faccio rilevare che, essendo la stima tendenziale del Governo di 0,1 punti più elevata di quella del panel Upb, la differenza in termini di scarto fra scenario programmatico e tendenziale fra Governo e panel Upb è in realtà di 0,2 punti. Si tratta di uno scarto contenuto, che a noi sembra non significativo anche in termini statistici alla luce di diverse considerazioni.

• Pacchetto sviluppo
Nella legge di Bilancio ci saranno 3,8 miliardi di euro nel 2017 stanziati per un ‘pacchetto sviluppo’ che si articolerà in investimenti pubblici, Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia. Le risorse aumenteranno a 4,084 miliardi nel 2018 e in 6,112 miliardi nel 2019. Si tratta di maggiori investimenti in opere. Inoltre si rifinanzia il Fondo Centrale di Garanzia e la Legge Sabatini. Si prevede inoltre la proroga dell’intero pacchetto di incentivi fiscali al risparmio energetico, alle ristrutturazioni e all’acquisto di mobili, fortemente potenziato per gli interventi per la sicurezza sismica.

Pacchetto competitività
Nella legge di Bilancio verranno stanziati 347,2 milioni nel 2017, 4,685 miliardi nel 2018 e 5,407 miliardi di euro nel 2019 per misure di competitività come superammortamenti, Industria 4.0, R&S. Il pacchetto comprende super-ammortamenti relativi ad investimenti effettuati nel 2017, a patto che i relativi beni siano consegnati entro il 30 giugno 2018. Questo pacchetto di misure punta a stimolare gli investimenti privati in macchinari, attrezzature, mezzi di trasporto, beni immateriali. Si rafforzano i crediti d’imposta su investimenti in Ricerca e Sviluppo e, nell’ambito delle iniziative che vanno sotto la definizione di Finanza per la Crescita, si introducono i Piani di risparmio Individuali (Pir), con effetti che si ampliano lungo il periodo 2017-2019.

Misure sociali
Nella legge di Bilancio saranno stanziati 3,15 miliardi di euro nel 2017 per misure come pensioni minime, contratti pubblici, capitale umano. L’impatto di queste misure, valutato in +0,1% di Pil, è arrotondato per difetto, essendo pari a 0,05 punti per le politiche sociali 0,09 per quelle vigenti (spese indifferibili). Nelle spese sociali sono comprese l’adeguamento delle pensioni minime e risorse per le famiglie, il capitale umano e i rinnovi contrattuali nel settore pubblico.