A Verona le novità contrattuali e di welfare per i manager industriali

Il convegno dello scorso 16 novembre ha segnato un momento molto importante per la territoriale di Verona e per i numerosi manager della provincia intervenuti che hanno così potuto apprendere direttamente dai vertici del sistema Federmanager, le novità salienti in ambito contrattuale e welfare.

I lavori sono stati aperti dalla Presidente Bertoldi con una panoramica generale, poi ai direttori generali il compito di approfondire le aree di pertinenza. Primo a parlare il Direttore Generale di Federmanager Mario Cardoni che ha affrontato il rinnovo del contratto dei manager d’azienda avvenuto con non poco impegno da parte del gruppo di lavoro nel luglio 2019, e che ha segnato un passo avanti in diverse aree: formazione, parità di genere nel trattamento salariale, rinserimento occupazionale dei manager fuoriusciti dall’azienda, trattamento minimo salariale, coperture assicurative in caso di malattia e invalidità. Sul tema del contratto è intervenuto anche l’avvocato Stefano Minucci, giuslavorista e consulente legale di Federmanager, che in particolare ha descritto le novità sul tema delle tutele del dirigente d’azienda.

“Il rinnovo del CCNL Dirigenti Industria ha ridisegnato strategicamente l’assistenza sanitaria contrattuale citando per la prima volta nel contratto stesso Assidai e confermando una forte sinergia tra il Fasi e Assidai” ha sottolineato Marco Rossetti, Direttore Generale di Assidai anticipando i temi trattati poi anche dal Direttore di Fasi Caterina Miscia. “Il primo risultato derivante da questo importante patto di collaborazione è stato la realizzazione di una proposta unica, che consente un ampliamento del livello dei rimborsi per gli iscritti in servizio. Inoltre, è fondamentale che dal 2020, attraverso la nuova società IWS (costituita da Federmanager, Confindustria e Fasi), ci sarà un’unica rete di strutture sanitarie e professionisti convenzionati. Non da ultimo, gli iscritti ai Piani sanitari Fasi/Assidai potranno inviare una pratica di rimborso unica attraverso la Società IWS che fornirà tale servizio”.

Altro tema che è stato affrontato, e che ha trovato grande interesse in sede di rinnovo del contratto, è la tutela previdenziale. Oliva Masini, direttore generale di Previndai il fondo pensione dei dirigenti industriali, ha presentato i punti inclusi nel rinnovo, che riguardano non solo l’aumento del massimale contributivo, che apre nuovi spazi di versamento, ma anche la facoltà per le aziende di farsi carico di una parte di contribuzione a carico del dirigente. Stefano Natali, direttore generale di Presidium accompagnato in sala dal Presidente Salvo Carbonaro, ha infine illustrato la mission della società che prevede di fornire ai manager un servizio di consulenza personalizzato e le soluzioni più adeguate per tutelare il percorso professionale, salvaguardare la salute, proteggere l’ambito familiare e migliorare la vita privata, tramite diversi pacchetti di welfare individuali e di welfare aziendali. Grande attenzione da parte del pubblico e numerose domande che hanno testimoniato il grande interesse che i manager hanno nei confronti di queste tematiche.